logo image
 
 

6 La Veronica asciuga il volto di Gesų
Scritto da Administrator   
lunedė 09 novembre 2009

 

  6  La Veronica asciuga il volto di Gesù

 

 

 

   Inatteso, il barbaro rito si arresta per l’improvviso precipitarsi

  sulla scena di una donna.

  Che fare? Imprecarle contro, minacciarla, cacciarla via;

  anche gli operai del male,

  per un  attimo,

  si sentono incapaci di agire.

  Gli occhi, la bocca,

  non si riconoscono più, il volto non ha più

  i lineamentid’un uomo;

  d’improvviso quella donna estrae dal suo vestito

  un candido lino e con esso avvolge

  il   volto sfigurato di quell’uomo.

  Prima un leggero gesto, sfiorando quelle piaghe

  aperte e sanguinanti,

  poi una presa decisa 

  per raccogliere il frutto prezioso della redenzione,

  primizia di una salvezza che di lì a poco sarà

  totalmente compiuta.

  Delicatamente, infine, con rispetto per quell’Eucarestia vivente,

  ma con amorevolezza materna

  le dita femminili liberano quel viso

  dai segni dell’immane fatica,

  restituendogli,

  anche solo per un istante,

  le sembianze di una persona.

  La via della morte è illuminata

  da un piccolo gesto

  che sprigiona luce, affetto intenso,

  anticipo spontaneo di un’infinita raccolta di piccole premure

  sulle numerose vie dolorose

  delle nostre vite,

  squarcio di tenerezza inaspettata in un oceano

  di violenza gratuita,

  segno timido di intensa carità a perenne monito

  affinchè tutti i poveri Cristi che incroceremo sulla nostra strada

  possano incontrare ogni tanto

  una coraggiosa Veronica. 

 

Don Claudio

 

 

 

 

 

Le tappe:

1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento ( giovedė 12 novembre 2009 )
 

© 2018 Angelo Balduzzi
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.